Termini & Condizioni

Condizioni generali di contratto

per vettori

Traduzione di comodità. La versione in lingua tedesca regolerà il tuo rapporto con sennder

sennder GmbH, Genthiner Straße 34, 10785 Berlino (in prosieguo “sennder”) stipula uno o più contratti con il Vettore (in prosieguo “Vettore”) sulla base delle presenti Condizioni generali di contratto (CGC) per la fornitura di servizi di trasporto (in prosieguo, singolarmente, “Ordine di trasporto”).

Si applicano le CGC nella loro versione attuale, consultabile su Internet al seguente indirizzo: www.sennder.com/term-conditions. Eventuali condizioni non conformi del Vettore non diventano parte integrante del contratto. I contratti di trasporto che sennder deve stipulare sono destinati esclusivamente a imprese (art. 14 BGB – codice civile tedesco).

sennder ha il diritto di modificare o integrare le presenti CGC e di inviare le modifiche alle CGC per e-mail all’indirizzo indicato dal Vettore almeno tre settimane prima dell’entrata in vigore prevista delle CGC modificate, comunicando il contenuto delle rispettive disposizioni modificate. Il consenso del Vettore alle CGC modificate si considera fornito se non viene contestata la validità delle stesse per iscritto entro tre settimane dall’invio delle CGC modificate. Ciò viene ulteriormente sottolineato a parte nella notifica della modifica. Se il Vettore si oppone in tempo utile e secondo la forma prevista a una modifica delle CGC, il rapporto contrattuale continua alle condizioni concordate in precedenza. In tal caso, sennder si riserva il diritto di disdire il rapporto contrattuale ̈il prima possibile.

  1. Nozioni di base sull’Ordine di trasporto

Le seguenti norme fungono da base contrattuale per il rapporto contrattuale con l’appaltatore nell’ordine indicato e si applicano in caso di contraddizioni nel seguente ordine:

  • Ordine di trasporto;
  • Accordo quadro;
  • CGC di sennder;
  • ADSp 2017 (Allgemeinen Deutschen Spediteurbedingungen – Condizioni generali tedesche per i trasportatori);
  • Norme di legge;
  1. Oggetto dell’Ordine di trasporto
    • Il Vettore si impegna a trasportare le merci destinate al trasporto da parte di sennder in conformità all’Ordine di trasporto e alle presenti CGC, dietro pagamento del corrispettivo pattuito, e a consegnarle al destinatario designato da sennder nell’Ordine di trasporto o in base alle singole istruzioni impartite per l’ordine.
    • Inoltre, il Vettore fornisce tutte le prestazioni accessorie concordate nel rispettivo Ordine di trasporto e nelle presenti CGC, indipendentemente da altri motivi legali per le prestazioni accessorie dovute.
  1. Compilazione dell’Ordine di trasporto
    • Una richiesta da parte di sennder al Vettore per un Ordine di trasporto non è vincolante. Se il Vettore si dichiara disposto ad eseguire l’Ordine di trasporto, quest’ultimo entra in vigore solo dopo la conferma da parte di sennder. Se il Vettore rifiuta un Ordine di trasporto richiesto, il suo rifiuto deve essere notificato entro tre (3) ore dal ricevimento della richiesta. Se la disponibilità ad accettare un ordine non è dichiarata entro un termine stabilito da sennder, la richiesta si considera respinta dal Vettore allo scadere di tale termine.
    • Dopo l’inoltro di un Ordine di trasporto, sennder è autorizzata a trasmettere ai propri clienti informazioni sul Vettore o sui suoi subappaltatori impiegati ai fini dell’esecuzione del trasporto.
    • Il Vettore non può far valere alcun diritto alla conclusione di ulteriori Ordini di trasporto in base ad un Ordine di trasporto che gli è stato trasmesso.
    • Se il luogo di ritiro o di consegna cambia dopo l’inoltro dell’ordine ma prima del ritiro o della consegna e il luogo modificato si trova entro un raggio di dieci (10) km dal luogo originariamente concordato, il Vettore deve effettuare il trasporto in conformità con i termini dell’Ordine di trasporto. Ciò vale in caso di modifica dei tempi di ritiro o consegna dopo l’inoltro dell’ordine, che non devono superare i novanta (90) minuti.
  1. Norme di carico e scarico, trasporto
    • In deroga all’art. 412 HGB (Handelsgesesetzbuch – Codice commerciale tedesco), il Vettore deve caricare e scaricare la merce e caricarla in modo sicuro. Il supporto deve fornire materiali standard e adeguati per il fissaggio del carico, ad es. cinghie di tensione, tappetini antiscivolo e protezioni per i bordi. Inoltre, il Vettore garantisce che le merci trasportate siano adeguatamente sorvegliate. L’adeguatezza della protezione dipende dal tipo e dall’entità dell’Ordine di trasporto concordato.
    • Prima dell’inizio del trasporto, il Vettore verifica la sicurezza stradale e la completezza dell’equipaggiamento del veicolo utilizzato per il trasporto. Le attrezzature obbligatorie o concordate nell’Ordine di trasporto devono essere trasportate dal Vettore fino alla fine del trasporto.
    • Le date di carico e scarico concordate nell’Ordine di trasporto sono vincolanti e devono essere rispettate dal Vettore. Se il Vettore non arriva nei tempi concordati, sennder o il destinatario possono rifiutare il carico o lo scarico. Il Vettore è tenuto a pagare a sennder una somma forfettaria pari a 35,00 EUR per ogni ora di ritardo, ma non superiore all’80% del prezzo di nolo pattuito. Ciò vale esclusivamente per i ritardi autoprovocati in tutti i luoghi di ritiro e consegna. L’onere della prova che il ritardo non è imputabile al Vettore incombe a quest’ultimo (inversione dell’onere della prova).
    • Il Vettore trasmette a sennder tutte le prove della consegna immediatamente dopo l’esecuzione del trasporto per via elettronica, e comunque entro due giorni dalla consegna.
    • Il Vettore si assicura che tutti i dispositivi elettronici da lui utilizzati per l’elaborazione degli ordini siano funzionanti e che lo rimangano durante l’esecuzione del trasporto. Il corretto salvataggio dei dati è responsabilità del Vettore.
    • Il Vettore utilizza per l’Ordine di trasporto esclusivamente locali di deposito, edifici di deposito o di trasbordo e mezzi di trasporto adeguati. Il Vettore è responsabile del rispetto dei requisiti legali o ufficiali.
    • Il Vettore non è autorizzato a trasbordare le merci da un veicolo ad un altro o a trasferire le merci che si trovano all’interno del veicolo (di segui-to “divieto di trasbordo”) a meno che sennder non abbia dato previo consenso scritto al vettore. Il trasportatore e sennder convengono che il divieto di trasbordo sussiste indipendentemente dall’iscrizione nella lette-ra di vettura ai sensi dell’art. 2. 6 comma 2 lettera a) della Convenzione sul contratto di trasporto internazionale di merci su strada (CMR).
  1. Mezzo di Scambio
    • Il vettore non è obbligato a sostituire europallet, pallet di Düsseldorfer o porta pallet (di seguito denominati “stillage”) in nessuna forma a Senn-der. L’obbligo di sostituzione del trasportatore per i pallet esiste, tutta-via, in via eccezionale, se
      • lo scambio di pallet di Colonia (“Kölner Palettentausch”) è stato concordato tra sennder e il cliente, il vettore è stato obbligato nell’ambito dell’ordine di trasporto concluso con sennder a consegna-re un determinato numero di stillage sul luogo di carico del cliente di Sennder in una determinata qualità passo dopo passo (“Zug-um-Zug”) contro accettazione dello stillage caricato con la merce da tra-sportare, e, inoltre, il cliente di sennder rifiuta lo stillage consegnato dal vettore al luogo di carico o offerto per la consegna e, infine, sotto richiesta di Sennder  la sostituzione dello stillage rifiutato; oppure
      • il vettore, contrariamente agli accordi contrattuali, non restituisce o consegna il bollo ricevuto nel luogo di scarico dal destinatario al momento della consegna della merce su pallet; oppure
      • il vettore, nel caso di un accordo su un trasporto con lo scambio di pallet nell’ambito di un sistema di scambio di pallet, a contro accordo contrattuale non ha trasmesso la copia originale del conto di indebitamento ricevuto per lo stillage dal fornitore del sistema di scambio come DPL o interpal entro un periodo di 10 (dieci) giorni dalla consegna dello stillage a mittente.
    • Sennder deve tenere un conto per il vettore (di seguito inteso anche il “conto stillage”) dello stillage utilizzato e lo stillage da sostituire in via eccezionale conformemente alla sezione 5.1. sennder determina i saldi del conto stillage per il conto di scambio dei fondi di sillage exchange l’ultimo giorno lavorativo di ogni mese e ne informa il trasportatore in forma scritta. Se il vettore ha obiezioni ai saldi del conto determinato, questi devono essere rivendicati in forma scritta da inviare entro dieci (10) giorni dal ricevimento della notifica dei saldi del conto. Dopo la scadenza del termine, il rispettivo importo del saldo del conto si considera accettato.
    • Al momento della determinazione del saldo mensile conformemente al punto 5.2., il conto stillage del vettore può avere un saldo massimo di (i) meno cinquecento (500) europallet alla volta, (ii) meno mille (1000) pallet di Düsseldorfer alla volta o (iii) meno sessantasei (66) casse a traliccio alla volta (di seguito denominate “intervallo massimo di fluttuazione”). Se, al momento della determinazione del saldo, il conto di compensazione mostra effettivamente un saldo del conto del vettore al di sopra dell’intervallo massimo di fluttuazione, il vettore è tenuto a pagare una compensazione fino all’importo dell’intervallo massimo di fluttuazione. Il suddetto regolamento del conto di compensazione deve essere in vigore massimo entro la successiva determinazione del saldo mensile in conformità al punto 5.2.
    • Sennder determina anche i saldi del conto di compensazione del vettore alla fine del primo trimestre, vale a dire il 31 marzo di un anno, e alla fine del terzo trimestre, vale a dire il 31 settembre di un anno, nonostante la determinazione del saldo mensile da effettuare conformemente al punto 5.2. Se il conto di compensazione presenta un saldo addebitato al vettore in tali momenti, il vettore è tenuto a saldare integralmente tale saldo alla fine del trimestre successivo alla determinazione, cosicché in ogni caso non vi è alcun saldo addebitato al vettore al 30 giugno e al 31 dicembre dell’anno. Tuttavia, se il saldo è addebitato al vettore il 30 giugno o il 31 dicembre, il vettore è tenuto a saldare il saldo entro dieci (10) giorni. Nel caso in cui il vettore non abbia saldato il conto stillage neanche in quel momento, sennder ha il diritto di fatturare il saldo esistente a spese del vettore. Sennder e il vettore convengono di fatturare un europallet con un importo netto di EUR 8,00, un pallet Düsseldorfer con un importo netto di EUR 4,00 e una scatola a traliccio con un importo netto di EUR 70,00.
    • Il vettore può in qualsiasi momento estinguere il saldo del suo conto di sillage a sue spese (i) trasmettendo a sennder vaglia cambiari originali ricevuti dal vettore da un fornitore di un sistema di scambio di pallet dopo la consegna del sillage, (ii) sulla base di un accordo separato con sennder, restituendo il sillage ad un destinatario nominato da sennder in ogni singolo caso o (iii) il pagamento dopo la fatturazione da parte del mittente in conformità con la clausola 5.4.
  1. Veicoli forniti dal Vettore
    • Il Vettore dovrà mantenere un numero sufficiente di veicoli con equipaggio con un volume di carico sufficiente alle date concordate per adempiere agli obblighi derivanti dall’Ordine di trasporto e dovrà metterli a disposizione per il rispettivo trasporto. Il Vettore assicura che il conducente o i conducenti da lui impiegati sono in grado di utilizzare appieno i tempi di viaggio previsti dalla legge per il trasporto, in modo che la consegna della merce sia garantita al momento concordato o entro il periodo concordato.
    • Il Vettore deve garantire che egli stesso o i conducenti da lui dipendenti possano essere raggiunti in qualsiasi momento durante il trasporto da sennder, ad esempio tramite un telefono cellulare.
    • Il Vettore garantisce di utilizzare esclusivamente personale di guida accuratamente selezionato e sorvegliato, affidabile e professionalmente qualificato, in possesso di una patente di guida valida, di un’esperienza di guida sufficiente e degli attestati di formazione necessari per il trasporto.
    • Il Vettore è tenuto, nei confronti di sennder, in particolare, ma non esclusivamente, a
      • utilizzare in special modo veicoli e rimorchi, mezzi di sollevamento, container e altri mezzi, comprese cinture e funi, in perfette condizioni tecniche;
      • garantire che i veicoli da lui utilizzati siano idonei alle merci da trasportare;
      • garantire che i veicoli da lui utilizzati siano adeguatamente equipaggiati per il rispettivo ordine, in particolare equipaggiare con dotazioni tecniche e proteggere dal furto il veicolo proprio o di terzi utilizzato per il trasporto (ad es. immobilizzatore). Il conducente è tenuto ad attivare il dispositivo antifurto quando lascia il veicolo;
      • fissare tutti i rimorchi, i dispositivi di sollevamento, i container e le altre attrezzature che rientrano nella sua sfera di influenza e responsabilità e che non sono di sua proprietà contro rapine o furti;
      • presentare a sennder tutti i certificati richiesti per l’Ordine di trasporto (ad es. certificato ISO, TAPA, certificazione GDP), in originale e su richiesta, prima di effettuare il trasporto;
      • assicurarsi che i veicoli, i rimorchi, i mezzi di sollevamento e gli altri mezzi utilizzati da lui e dai conducenti utilizzati per il trasporto siano conformi a tutte le norme giuridiche pertinenti (ad es. leggi, regolamenti, direttive o ordinanze ufficiali, regolamenti emanati dalle associazioni di categoria), che siano in possesso di tutte le autorizzazioni e approvazioni necessarie e che siano conformi a tutti i requisiti ufficiali.
    • Se uno dei veicoli del Vettore destinati all’esecuzione del trasporto non funziona, il Vettore fornisce un veicolo sostitutivo equivalente, indipendentemente dal fatto che il guasto sia imputabile al Vettore stesso. Se non può effettuare la sostituzione o non può effettuarla in tempo, per eseguire l’Ordine di trasporto come concordato, sennder ha diritto, dopo la scadenza di un termine ragionevole, a condizione che tale termine sia scaduto conformemente all’art. 323, comma 2, a mettere a disposizione del Vettore un veicolo sostitutivo dietro pagamento di un corrispettivo da parte del Vettore a sennder. Se il Vettore è responsabile della perdita del veicolo, sennder ha il diritto di compensare le spese da lui sostenute per il veicolo sostitutivo da lui messo a disposizione con la retribuzione dovuta al Vettore.
    • sennder attribuisce grande valore alla protezione dell’ambiente. Pertanto, il vettore è obbligato ad utilizzare per il trasporto solo veicoli con le norme antinquinamento EURO 5 ed EURO 6.
  1. Ricorso a subappaltatori
    • Il Vettore può nominare un subappaltatore come subvettore, a condizione che sennder abbia precedentemente fornito il consenso scritto al riguardo. Il Vettore conviene contrattualmente con il subvettore che è tenuto a rispettare le presenti CGC allo stesso modo del Vettore.
    • La selezione dei subappaltatori è responsabilità del Vettore. Egli effettua la selezione con la cura di un uomo d’affari prudente e deve assicurarsi che il subappaltatore abbia tutte le polizze assicurative e i certificati necessari per l’esecuzione dell’Ordine di trasporto.
  1. Rispetto delle norme di legge
    • Il Vettore, i conducenti da lui impiegati e qualsiasi subappaltatore da lui eventualmente assunto sono tenuti in particolare, ma non esclusivamente, ad osservare le disposizioni che seguono:
      • Legge sul salario minimo (MiLoG – Mindestlohngesetz)
      • Legge contro il lavoro illegale nel settore del trasporto commerciale di merci su strada (GüKBillBG – Gesetz zur Bekämpfung von illegaler Beschäftigung im gewerblichen Güterkraftverkehr);
      • le disposizioni e le norme nazionali pertinenti di tutti i paesi dell’UE in caso di Ordine di trasporto transfrontaliero;
      • Legge sul trasporto di merci su strada (GüKG – Güterkraftverkehrsgesetz).
    • Inoltre, il Vettore, i conducenti da lui impiegati e gli eventuali subappaltatori da lui impiegati sono tenuti a:
      • Durante la guida, portare con sé un libretto di resoconto di viaggio secondo l’art. 5 della direttiva CEMT;
      • per i conducenti stranieri di paesi terzi (paesi non UE/SEE) e i subappaltatori di un paese UE/SEE: essere muniti di una patente di guida valida, di un passaporto o di una carta d’identità validi e, se necessario, di un permesso di lavoro originale o di esami negativi e, se necessario, di una traduzione ufficialmente certificata;
      • Portare con sé le polizze di carico e i documenti di carico all’inizio del trasporto e durante il viaggio;
      • Uso di veicoli immatricolati per il trasporto di merci su strada nello Stato in cui è stabilito il Vettore e conformi, in particolare dal punto di vista tecnico, alle disposizioni pertinenti;
      • Rispetto dei tempi di guida e di riposo prescritti;
      • Portare con sé fogli di istruzioni in caso di incidenti.
    • Il Vettore garantisce il rispetto degli obblighi in materia di lavoro, dogane, commercio estero, previdenza e assistenza sociale.
  1. Documenti di trasporto e di accompagnamento, ricevute
    • I documenti di trasporto e di accompagnamento, in particolare le polizze di carico, le polizze di carico CMR, le fatture commerciali, le distinte di carico e i documenti doganali, possono essere messi a disposizione o consegnati a terzi solo nella misura in cui ciò sia necessario per l’esecuzione dell’Ordine di trasporto. Le eccezioni valgono solo in caso di controlli prescritti dalla legge da parte dell’Ufficio federale del trasporto merci (BAG – Bundesamt für Güterverkehr) o di altri organi statali legittimi.
    • Salvo indicazione contraria di sennder, il Vettore può consegnare la merce da trasportare solo dietro presentazione della prova dell’avvenuta consegna al destinatario. Il Vettore si accerta che il destinatario confermi il ricevimento delle merci e l’ora di scarico sulla lettera di vettura con un timbro della società, una firma e la data corrente.
  1. Istruzioni di sennder, informazioni del Vettore
    • Il Vettore è tenuto a seguire le istruzioni del mittente e di sennder relative all’ordine, in particolare per quanto riguarda le date di carico e scarico e l’esecuzione del trasporto.
    • Il Vettore informa il mittente e sennder delle inesattezze e delle incompatibilità palesi contenute nelle istruzioni che ha impartito.
    • Il Vettore è tenuto a informare immediatamente sennder di tutte le circostanze essenziali per l’esecuzione dell’Ordine di trasporto. Ciò vale in particolare per gli ostacoli al trasporto, alla consegna e al trasporto da parte del Vettore, per i danni riconoscibili al trasporto delle merci e la perdita di merci, per gli incidenti, i guasti o i ritardi nel trasporto. In tal caso, il Vettore informa immediatamente sennder e le chiede istruzioni. Il Vettore deve immediatamente denunciare alla polizia qualsiasi furto o rapina in relazione all’Ordine di trasporto e informare sennder. In caso di incidente, il Vettore ne informa in ogni caso la polizia e, una volta registrato l’incidente, chiede un verbale scritto dell’incidente o un documento analogo. Il verbale dell’incidente deve essere inviato in copia chiaramente leggibile.
    • Il Vettore è tenuto a informare immediatamente sennder di eventuali reclami presentati dal destinatario stesso per quanto riguarda la qualità e la quantità delle merci e di garantire al destinatario che i reclami siano annotati per iscritto sulla prova di consegna.
  1. Nolo
    • sennder e il Vettore concordano un nolo nel rispettivo Ordine di trasporto. Se le condizioni fiscali sono soddisfatte, sennder pagherà inoltre l’imposta sul valore aggiunto applicabile al Vettore. Tutti i servizi concordati descritti nelle presenti CGC e che devono essere forniti dal Vettore sono compensati dal nolo, a meno che l’Ordine di trasporto o altri accordi contrattuali non prevedano diversamente. In particolare, saranno compensate tutte le spese del Vettore (ad esempio, pedaggi, spese relative alle operazioni di carico e scarico, carburante, tariffe di guida).
    • Un’assunzione di o la partecipazione a spese supplementari per le merci trasportate che non erano prevedibili al momento della conclusione del contratto, altre spese supplementari (ad es. chilometri supplementari) o un aumento del premio dell’assicurazione per trasporti per un aumento della copertura in relazione al valore delle merci trasportate, , richiedono in ogni caso il previo consenso di sennder per il pagamento dei costi. Tale consenso deve essere ottenuto immediatamente, non appena il Vettore viene a conoscenza della necessità delle spese corrispondenti.
  1. Emissione di note di credito, scadenza, accettazione
    • Il vettore trasmette tutti i documenti ricevuti dal destinatario (in particolare la lettera di vettura e la prova di consegna), comprese le prove stabilite al punto 9.2, a sennder immediatamente dopo l’effettiva esecuzione del trasporto tramite la piattaforma “pod.sennder.com/en” fornita da sennder al vettore. Se sennder e il vettore hanno convenuto diversamente in singoli casi, o se la trasmissione dei documenti tramite la piattaforma “pod.sennder.com/en” non è possibile per motivi di cui è responsabile sennder (in particolare per motivi tecnici), la trasmissione dei documenti da parte del vettore deve avvenire in un altro modo da determinare da sennder nei singoli casi.
    • Il processo di fatturazione avviene esclusivamente attraverso l’emissione di note di credito da parte di sennder. Le note di accredito devono essere emesse entro due (2) giorni lavorativi (ad eccezione del sabato) dal ricevimento della lettera di vettura e di tutti i documenti ricevuti dal destinatario in relazione alla consegna della merce (in particolare la prova di consegna ai sensi del paragrafo 9.2). Il pagamento della merce deve essere effettuato entro trenta (30) giorni dall’invio della nota di accredito al vettore. Il ricevimento dei suddetti documenti da parte di sennder è quindi una condizione per il pagamento del trasporto.
    • Il pagamento del nolo o l’emissione di una nota di credito non co-stituisce accettazione di un servizio di trasporto ai sensi dell’art. 640 BGB. Il servizio di trasporto si considera accettato da sennder allo scade-re di due (2) settimane dalla data di consegna della merce da trasporta-re al destinatario, a meno che sennder non dichiari espressamente di ac-cettarlo.
  2. Inconvenienti nella prestazione
    • In caso di inconvenienti nella prestazione causati dal Vettore, si applicano le seguenti disposizioni:
      • Se il Vettore non ritira un carico per propria colpa al momento concordato (ad es. a causa di un autocarro troppo piccolo, di mezzi ausiliari di carico errati o assenti), deve rimediare alla situazione a proprie spese entro tre (3) ore dal tempo di ritiro concordato, effettuando un altro viaggio per raggiungere il punto di ritiro. Se il ritiro subisce un ritardo superiore a tre (3) ore rispetto al tempo di ritiro concordato, sennder può organizzare un trasporto sostitutivo a spese del Vettore e incaricare un altro vettore del servizio. Le spese aggiuntive da ciò derivanti a sennder sono a carico del Vettore. L’art. 4.3 rimane invariato.
      • Il Vettore è responsabile di tutti i danni causati al mittente, al destinatario o a sennder da un ritardo nel ritiro o nella consegna imputabile a colpa propria. Il Vettore deve indennizzare sennder, non appena ne faccia richiesta, da eventuali reclami da parte di clienti nei confronti di sennder per il ritiro o la consegna effettuati con colpa.
  1. Responsabilità del Vettore
    • Nel trasporto nazionale di merci (compresa la fornitura di prestazioni contrattuali accessorie) il Vettore è responsabile ai sensi dell’ADSp 2017 (art. 22 e segg. ADSp 2017) e nel trasporto internazionale in conformità alle disposizioni della Convenzione sul contratto di trasporto internazionale di merci su strada (CMR).
    • Il Vettore risponde di tutti i danni materiali e alle persone da lui causati e causati in modo colposo ai beni giuridici di sennder, del cliente, del mittente, del destinatario e dei suoi collaboratori, organi o altre persone ausiliarie, nonché ai beni giuridici di altri terzi nell’ambito della fornitura dei servizi concordati.
  1. Responsabilità di sennder
    • sennder risponde dei danni solo in caso di violazione di obblighi contrattuali sostanziali (obblighi cardinali), unicamente qualora sennder, il suo rappresentante legale o i suoi ausiliari siano colpevoli di dolo o colpa grave.
    • A meno che sennder, i suoi rappresentanti legali o i suoi dirigenti non siano colpevoli di dolo o colpa grave, la responsabilità è limitata ai danni tipicamente prevedibili al momento della conclusione del contratto.
    • Le suddette limitazioni di responsabilità valgono anche per eventuali pretese concorrenti derivanti da illecito civile, ma non per richieste di risarcimento danni derivanti da lesioni alla vita, fisiche o alla salute, nonché quelle derivanti dalla legge sulla responsabilità del prodotto o dalle disposizioni imperative della CMR e del Codice commerciale tedesco.
  1. Tassa di stazionamento
    • Il tempo di stazionamento viene generalmente calcolato in base al tempo di ritiro concordato o al tempo di consegna concordato o al tempo di arrivo effettivo, a seconda di quale abbia durata maggiore. Se non sono stati concordati orari precisi per il ritiro o la consegna, un diritto alla tassa di stazionamento sarà addebitato all’arrivo del veicolo nel luogo di carico e scarico in conformità con le seguenti disposizioni. I tempi di stazionamento del Vettore al momento del ritiro o della consegna (conformemente all’ADSp 2017) sono remunerati come segue, a condizione che non siano imputabili al Vettore stesso:
    • Gli stazionamenti della durata di due (2) ore sono gratuiti.
    • Il fissaggio o lo sbloccaggio del carico non vengono presi in considerazione per il calcolo del tempo di stazionamento.
    • In caso di superamento di tale tempo di stazionamento gratuito, verrà addebitato un costo aggiuntivo per mezz’ora iniziata, come indicato di seguito:
      • Euro 35,00 all’ora per i veicoli di almeno dodici (12) tonnellate, massimo Euro 280,00 per 24 ore;
      • Euro 20,00 all’ora per i veicoli di peso inferiore a dodici (12) tonnellate, massimo Euro 160,00 per 24 ore.
    • I tempi di attesa per lo sdoganamento alla frontiera sono fino a due ore senza tassa di stazionamento, dopo di che la tassa di stazionamento sarà addebitata secondo le tariffe sopra elencate.
    • Il Vettore deve notificare a sennder la tassa di stazionamento dovuta entro 48 ore (nei giorni lavorativi). Se il Vettore richiede una tassa di stazionamento su presentazione di una prova adeguata, sennder deve emettere una nota di credito corrispondente ai sensi dell’art. 12.2. L’art. 12.4, frase 2, si applica di conseguenza.
    • Il Vettore è libero di fissare al mittente un termine ragionevole entro il quale le merci devono essere caricate o messe a disposizione dopo la scadenza del periodo esente da tassa di stazionamento. Se nessuna merce è caricata o resa disponibile entro il termine stabilito dal Vettore, il Vettore può risolvere l’Ordine di trasporto concluso con sennder. La sua notifica di risoluzione inviata a sennder entra in vigore un’ora (1) dopo che tale notifica è stata inviata a sennder. Fino a tale momento, il Vettore rimane obbligato a ricevere e rispettare le istruzioni di sennder per quanto riguarda le merci da trasportare.
  1. Risoluzione di un Ordine di trasporto da parte di sennder a causa di cancellazione o di trasporto di merci errate, risoluzione da parte del Vettore
    • Qualora sennder receda dall’Ordine di trasporto più di otto (8) ore prima del termine concordato per il ritiro, il Vettore non avrà diritto ad alcun compenso.
    • In caso di annullamento dell’ordine di trasporto da parte di sennder nelle otto (8) ore precedenti il termine di ritiro concordato, il Vettore riceverà un compenso,
      • di importo pari a 30% del nolo concordato per una risoluzione avvenuta tra quattro (4) e otto (8) ore prima del tempo di ritiro concordato;
      • di importo pari a 60% del nolo concordato per una risoluzione avvenuta tra due (2) e quattro (4) ore prima del tempo di ritiro concordato;
      • di importo pari al 70% in caso di risoluzione avvenuta meno di due (2) ore prima dell’orario di ritiro concordato.
      • Per qualsiasi scenario, la remunerazione per l’annullamento dell’ordine viene limitata a EUR 450.00.
    • Le condizioni dell’articolo 17.2 sono valide unicamente se il vettore ha ricevuto una conferma d’ordine almeno un (1) ora prima dell’annullamento. Per ogni altro caso di cancellazione da parte di sennder, la remunerazione è limitata ai costi di guida sostenuti dal momento dell’incarico.
    • Il Vettore non ha diritto ad ulteriori richieste di risarcimento a seguito della risoluzione del contratto.
    • Se il Vettore risolve l’Ordine di trasporto confermato da sennder prima del momento del ritiro, il Vettore è tenuto a risarcire a sennder il danno risultante, in particolare è tenuto a risarcire tutte le spese aggiuntive relative al vettore incaricato da sennder in sostituzione.
  1. Assicurazione
    • Per la sua responsabilità ai sensi del contratto di trasporto, il Vettore stipula un’assicurazione per i danni conseguenti a merci e consequenziali e un’assicurazione per la responsabilità civile risultante dalla circolazione di autoveicoli con coperture abituali e adeguate e, su richiesta, fornisce la prova della conclusione e l’esistenza di tali assicurazioni presentando a sennder, su richiesta, i relativi certificati di assicurazione. I documenti pertinenti devono essere portati con sé dal Vettore durante il trasporto.
    • Inoltre, il Vettore stipula un’assicurazione di responsabilità civile commerciale con una copertura pari all’importo abituale e adeguato per danni alle persone, alle cose e al patrimonio. L’art. 18.1 si applica di conseguenza.
    • Se, contrariamente all’obbligo di cui al punto 18.1, il vettore non dispone di un’assicurazione di responsabilità civile sufficientemente elevata per il trasporto, sennder può stipulare un’assicurazione di terze parti al vettore per il trasporto. In questo caso, il vettore è tenuto a pagare a sennder una tariffa forfettaria di servizio di EURO 3,50.
  1. Altri clienti del Vettore

Il Vettore è tenuto a non agire esclusivamente per sennder e a concludere contratti con altri appaltanti e ad agire per loro conto. Prima di accettare ordini da parte di terzi, il vettore deve verificare se gli interessi di sennder ai sensi dell’art. 20 siano in conflitto.

  1. Tutela dei consumatori e clausola di non concorrenza postcontrattuale
    • Il Vettore si impegna nei confronti di sennder a proteggere il cliente. Per la durata del contratto e per un periodo di dodici (12) mesi, sennder non può, né direttamente né indirettamente, fornire mediante terzi o a terzi servizi di trasporto o di spedizione ai clienti di sennder, senza il previo consenso di sennder. In senso geografico, tale divieto è limitato all’area di attività di sennder.
    • I clienti riferiti nell’art. 20.1 si intende qualsiasi mittente o destinatario di merci di cui il Vettore sia venuto a conoscenza negli ultimi dodici (12) mesi in relazione a un Ordine di trasporto trasmessogli da sennder o con il quale sennder abbia avviato una relazione commerciale per il trasporto di merci e cui il Vettore abbia effettuato tale trasporto. In caso di dubbio, il Vettore deve dimostrare di avere conosciuto il cliente al di fuori del rapporto d’affari con sennder (inversione dell’onere della prova).
    • Se il Vettore viola l’obbligo descritto sopra ai sensi dell’art. 20.1, è tenuto a pagare una penale contrattuale pari al 15% del fatturato netto realizzato dal Vettore con il rispettivo cliente per violazione dell’art. 20.1. Il Vettore si impegna a comunicare le proprie fatture al rispettivo cliente. Sennder ha il diritto di chiedere al Vettore il risarcimento di ulteriori danni.
    • Per un periodo di dodici (12) mesi dalla fine del rapporto contrattuale, al Vettore è altresì fatto divieto di agire in concorrenza con sennder, nel senso di eseguire i propri servizi contrattuali per un concorrente di sennder (“clausola di non concorrenza postcontrattuale”). Tale clausola di non concorrenza postcontrattuale riguarda
      • in senso materiale tutti i settori in cui sennder è attivo al momento della cessazione del rapporto contrattuale, e
      • in senso geografico l’intera area di attività di sennder al momento della conclusione dell’ultimo Ordine di trasporto.
    • L’ambito di applicazione materiale e geografico della clausola di non concorrenza è collettivamente denominato “ambito di applicazione”.
    • La clausola di non concorrenza postcontrattuale si applica a tutte le attività concorrenziali di cui all’art. 20.4 svolte nell’ambito di applicazione da sennder, direttamente o indirettamente, in modo indipendente, come libero professionista, dipendente o come lavoratore dipendente/impiegato, mediante attività di consulenza o in qualsiasi altro modo.
    • In caso di violazione colposa della clausola di non concorrenza postcontrattuale da parte del Vettore, questi è tenuto al pagamento di una penale contrattuale ai sensi dell’art. 20.3, per la quale sarà determinante il fatturato netto realizzato dal Vettore con il rispettivo concorrente.
  1. Clausola di riservatezza, informazioni sensibili
    • Le Parti si impegnano a non divulgare tutte le informazioni aziendali interne, i segreti commerciali e aziendali e le procedure riservate, in particolare per quanto riguarda la clientela e le merci trasportate, di cui siano venute a conoscenza nell’ambito della loro collaborazione.
    • L’obbligo di riservatezza delle Parti sussiste per un periodo di due anni dalla cessazione del rapporto d’affari.
  1. Disposizioni finali
    • Se non diversamente specificato o concordato, le Parti non hanno il diritto di cedere o trasferire tutti o singoli diritti derivanti dal loro rapporto contrattuale, senza il previo consenso scritto dell’altra Parte.
    • Tutti i rapporti giuridici tra le Parti contraenti sono disciplinati dal diritto tedesco ad esclusione della Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di compravendita internazionale di merci.
    • Il Vettore ha diritto alla compensazione o al diritto di ritenzione solo se il suo credito è legalmente accertato o incontestato.
    • Per tutte le controversie legali derivanti da o in relazione al contratto tra il Vettore e sennder, il foro esclusivo per tutte le Parti coinvolte sarà la sede legale di sennder a Berlino, salvo disposizioni di legge imperative in senso contrario. Il luogo di esecuzione è Berlino.
    • Le lacune normative devono essere colmate in base alla legge applicabile con disposizioni che corrispondano per quanto possibile al senso e allo scopo della disposizione da sostituire. L’invalidità di singole disposizioni non comporta un’invalidità generale delle presenti condizioni. In caso di inefficacia di singole disposizioni delle presenti CGC, le restanti disposizioni rimangono valide. La disposizione non valida sarà sostituita da una disposizione da stabilire secondo la volontà delle Parti, che si avvicini il più possibile allo scopo economico della disposizione non valida. Se, successivamente, le Parti constatano che un accordo relativo alle presenti CGC o a sue componenti è incompleto, esse colmeranno tali lacune in forma scritta tenendo conto della finalità del contratto e dei reciproci interessi economici.

Condizioni generali di contratto (CGC) 

per Committente

Traduzione di comodità. La versione in lingua tedesca regolerà il vostro rapporto con sennder

  1. Disposizioni generali

Le presenti condizioni generali di contratto (di seguito CGC) si applicano a tutti i contratti (di seguito “ordini di spedizione” o “ordini singoli”) stipulati tra il cliente (di seguito “Committente”) e sennder GmbH, Tauentzienstrasse 14, 10789 Berlino (di seguito “sennder”) per l’attuazione di servizi di trasporto nazionali e internazionali. Si applicano le CGC nella loro versione attuale al momento della stipulazione del contratto. Condizioni diverse del Committente non trovano alcuna applicazione. L’offerta di sennder è rivolta esclusivamente a imprenditori (par. 14 del BGB – codice civile tedesco) o a persone giuridiche di diritto pubblico.

sennder ha il diritto di modificare o integrare le presenti CGC e di inviare le modifiche alle CGC tramite e-mail all’indirizzo indicato dal Committente almeno tre settimane prima della prevista entrata in vigore delle CGC modificate, comunicando il contenuto delle rispettive disposizioni modificate. Il consenso del Committente alle CGC modificate si considera fornito se non viene contestata la validità delle stesse per iscritto entro tre settimane dall’invio. Ciò viene ulteriormente sottolineato a parte nella notifica della modifica. Se il Committente si oppone in tempo utile e nella forma prevista a una modifica delle CGC, il rapporto contrattuale continua alle condizioni concordate in precedenza. In tal caso, sennder si riserva il diritto di disdire il rapporto contrattuale il prima possibile.

  1. Nozioni di base sull’ordine di spedizione

Le seguenti norme fungono da base per il rapporto contrattuale con il Committente nell’ordine indicato e si applicano in caso di contraddizioni nel seguente ordine:

  • l’ordine di spedizione;
  • l’accordo quadro (se concluso);
  • i CGC di sennder;
  • le Condizioni generali tedesche per i trasportatori (Allgemeinen Deutschen Spediteurbedingungen, ADSp 2017);
  • norme giuridiche.
  1. Descrizione dei servizi
  • sennder effettua per il Committente la spedizione della merce specificamente indicata nell’ordine di trasporto tra uno o più indirizzi di ritiro e di consegna indicati dal Committente.
  • sennder è libero di effettuare o di far effettuare il trasporto da terzi in conformità con le disposizioni di legge. sennder deve, su richiesta, comunicare al Committente il nome e l’indirizzo di tali terzi.
  • sennder è libero di scegliere il mezzo di trasporto e di stipulare eventuali contratti di esecuzione.
  • sennder stipula un’assicurazione sulla merce con una compagnia di assicurazione per il Committente, se quest’ultimo inoltra il relativo ordine per iscritto prima di consegnare la merce a sennder.
  1. Conclusione del contratto

Il Committente e sennder concordano, almeno in forma scritta, i contenuti contrattuali essenziali delle prestazioni da effettuare. Il Committente può trasmettere a sennder le richieste di conclusione di un ordine singolo tramite un’apposita interfaccia, dal sistema informatico da lui utilizzato al sistema informatico utilizzato da sennder, a condizione che il Committente abbia espressamente offerto al cliente questa possibilità almeno in forma scritta; in caso contrario, la richiesta deve essere inviata all’indirizzo e-mail fornito dal Committente nell’ambito della stipula del contratto. L’ordine di trasporto viene eseguito con il contenuto che sennder ha confermato al Committente in forma scritta.

  1. Esecuzione e gestione del trasporto
  • Trasferimento

Il Committente affida a sennder o a terzi da lui incaricati di effettuare il trasporto della merce all’indirizzo e all’ora indicati nell’ordine di spedizione.

  • Carico e sorveglianza

Il Committente è tenuto a caricare, stivare e fissare (caricare) la merce da trasportare in modo sicuro e a provvedere allo scarico. sennder o il terzo incaricato del trasporto effettua la sorveglianza per garantire la sicurezza durante l’esecuzione del trasporto. L’adeguatezza della protezione dipende dal tipo e dall’entità dell’ordine singolo.

  • Merci escluse dalla spedizione

a meno che non sia stato concordato diversamente, sennder non trasporta

  • merci di cui è vietato il possesso o la spedizione;
  • merci che presentano un rischio per la salute, la vita o i beni;
  • merci deperibili (in particolare alimenti freschi);
  • animali o piante;
  • merci pericolose;
  • automobili;
  • merci traslocate;
  • merci pesanti e trasporti ad alta capacità;
  • merci rimorchiate o recuperate;
  • merci a rischio di furto o rapina, in particolare oggetti di valore, bevande alcoliche, tabacco, apparecchiature informatiche o ottiche; sono escluse le apparecchiature elettroniche di consumo e per le telecomunicazione.

Nel caso in cui sennder trasporti macchine, queste devono essere prive di carburante, olio e grassi.

  • Informazioni sulla merce trasportata

Nella richiesta di conclusione dell’ordine di spedizione, il Committente informa sennder delle specifiche di qualità e delle caratteristiche particolari della merce di trasporto necessarie per l’esecuzione del contratto in conformità con la legge. Ciò comprende informazioni sul peso, il tipo, il numero di articoli, l’entità e il peso delle singole merci, l’imballaggio, la pallettizzazione e la conformità delle merci al punto 5.3.

  • Raggruppamento

sennder o il terzo incaricato del trasporto ha il diritto di effettuare la spedizione in raggruppamento (par. 460 HGB – Codice di diritto commerciale), di spostarla e di depositarla come necessario.

  • Diritto del Committente di impartire istruzioni

Il Committente ha il diritto di impartire a sennder istruzioni sull’ordine al fine di effettuare la prestazione. Se il Committente non fornisce istruzioni o queste non sono sufficientemente comprensibili o non possono essere effettivamente eseguite, sennder deve agire a propria discrezione. sennder o il terzo incaricato di effettuare il trasporto deve richiamare l’attenzione del Committente su un’evidente inesattezza o impossibilità di seguire le istruzioni da lui fornite. Se, contrariamente alle informazioni che gli vengono fornite, il Committente insiste sull’esecuzione delle istruzioni da lui impartite, dovrà farsi carico del danno che ne dovesse derivare.

  • Possibilità di accesso e di partenza senza ostacoli e senza pericoli

Il Committente deve garantire che tutte le vie di accesso ai rispettivi punti di carico e scarico siano prive di punti pericolosi e di ostacoli, in modo che il tragitto verso il punto di carico e scarico possa avvenire nei tempi concordati. Se l’accesso al punto di carico o scarico non è possibile senza pericolo o impedimento, sennder ha il diritto di terminare l’ordine di spedizione senza preavviso. Se la disdetta viene effettuata da sennder prima del caricamento, il Committente deve pagare a sennder un terzo (33 %) del compenso pattuito. Se la disdetta avviene prima dello scarico, il Committente deve pagare a sennder l’intero corrispettivo pattuito. In tal caso, salvo diverso accordo, sennder ha il diritto di immagazzinare la merce a spese del Committente. Sono a carico del Committente anche le spese di trasporto fino al luogo di immagazzinamento e tutti gli altri costi supplementari, in particolare i tempi di attesa, come indicato ai punti 8.3 e 8.4.

  • Messa in sicurezza del carico

Il Committente è tenuto a mettere a disposizione di sennder, gratuitamente e nella misura in cui ciò sia necessario o ragionevole, dispositivi funzionali di messa in sicurezza del carico e di ausilio al carico, quali cinghie di tensionamento o tappeti antiscivolo. sennder non deve restituire o sostituire al Committente i dispositivi di messa in sicurezza e di ausilio del carico. Il Committente deve assicurarsi che i dispositivi di fissaggio e di ausilio del carico gli vengano restituiti, a meno che non venga concordata un’indennità separata per la restituzione al Committente da parte di sennder. Per quanto riguarda eventuali rivendicazioni di un caricatore nei confronti di sennder, il Committente esonera sennder a prima richiesta dal pagamento delle spese per i mezzi di messa in sicurezza e di ausilio per il carico.

Il Committente deve garantire la corretta messa in sicurezza del carico. Se il Committente non stiva la merce in modo adeguato al trasporto, sennder si riserva il diritto di annullare l’ordine singolo. In questo caso, il Committente deve pagare a sennder un terzo del compenso concordato (compenso concordato senza IVA per la parte del trasporto non eseguita).

  • Scambio di pallet

Se non diversamente concordato nell’ordine di spedizione o in qualsiasi altro modo, sennder o terzi incaricati di effettuare il trasporto non sono tenuti a scambiare pallet e di conseguenza non si assumono alcun rischio per lo scambio.

  • Imposte e dazi sulle importazioni

Il Committente deve assicurarsi di aver pagato o di pagare tutte le imposte e i dazi sulle importazioni relativi al carico. sennder non ha alcun obbligo a questo proposito.

  • Scostamenti dalla conferma d’ordine e dall’esecuzione dell’ordine

Se durante l’esecuzione dell’ordine da parte di sennder o di un terzo emerge uno scostamento significativo tra le vie di consegna, i colli, i pesi, le caratteristiche del carico concordati originariamente e quelli effettivi, o altri fattori che determinano il compenso, sennder è autorizzato ad adeguare il compenso concordato sulla base del normale calcolo del prezzo (listino prezzi) effettuato da sennder ai sensi del par. 315 e seguenti BGB (Codice Civile Tedesco).

  1. Annullamento di un ordine di spedizione da parte del Committente
  • Il Committente può annullare (disdire) un ordine di spedizione in qualsiasi momento senza indicarne i motivi. Per annullare è sufficiente inviare una notifica scritta a sennder. Se il Committente annulla un ordine di spedizione da 24 fino a 8 ore prima dell’orario di carico concordato, gli verrà addebitato un importo forfettario pari al 75% del compenso pattuito. Se il Committente annulla un ordine di spedizione più di 24 ore prima dell’orario di carico, gli verrà addebitato un importo forfettario pari a un terzo (33%) del corrispettivo pattuito. Se il Committente annulla un ordine di spedizione entro 8 ore prima dell’orario di carico concordato o se il carico non avviene all’indirizzo di ritiro, gli verrà addebitato il 100% del carico pattuito.
  • Il diritto alla risoluzione straordinaria per giusta causa resta inalterato. In caso di disdetta da parte del Committente per giusta causa, il compenso di cui al punto 6.1 non è dovuto.
  1. Disdetta di un ordine di spedizione da parte di sennder
  • sennder ha il diritto di disdire un ordine di spedizione in forma scritta per un motivo valido. Per giusta causa si intende, in particolare, se
  • sussistono dubbi legittimi circa la solvibilità del Committente;
  • il Committente ha fornito informazioni evidentemente false a sennder, in particolare per quanto riguarda lo stato o la composizione della merce da caricare;
  • sennder ha scoperto fatti che mettono notevolmente in dubbio l’esistenza del Committente, del mittente o del destinatario;
  • sennder ha scoperto fatti che lasciano intendere un’azione fraudolenta da parte del Committente o di uno dei suoi collaboratori;
  • il Committente comunica nuove informazioni ed esigenze che renderebbero notevolmente più difficile o rallenterebbero l’esecuzione del trasporto concordato da parte di sennder (in particolare nuove fermate intermedie, scambio di pallet richiesto, ecc.);
  • non è possibile un accesso al punto di carico o di scarico senza pericolo o impedimento, punto 5.7.
  • sennder o il terzo incaricato di effettuare il trasporto è libero di fissare al Committente un termine ragionevole entro il quale le merci devono essere caricate o messe a disposizione, se ciò non è avvenuto entro il termine convenuto. Se nessuna merce è caricata o resa disponibile entro il termine stabilito, o se è evidente che nessuna merce è caricata o resa disponibile entro tale termine, sennder può annullare l’ordine di trasporto.
  • Se il veicolo è già stato caricato parzialmente, sennder ha il diritto, dopo un ragionevole periodo di attesa del (proseguimento del) carico da parte del Committente, di partire anche con metà carico. Il diritto di sennder al corrispettivo pattuito resta inalterato.
  • In caso di disdetta da parte di sennder, quest’ultimo ha diritto a un risarcimento forfettario da parte del Committente pari a un terzo (33%) del compenso pattuito, salvo diversa disposizione delle presenti CGC. sennder ha la facoltà di richiedere ulteriori danni.
  • Sono fatti salvi eventuali costi aggiuntivi da parte di sennder dal punto 7.1 al 7.4, e sono a carico del Committente.
  • Sono fatti salvi altri diritti contrattuali o legali di sennder di annullare un ordine di spedizione.
  1. Compensi e rimborsi spese
  • sennder riceve dal Committente il corrispettivo pattuito nell’ordine di spedizione per l’organizzazione e l’esecuzione del trasporto e l’eventuale fornitura di servizi accessori.
  • sennder può chiedere al Committente il rimborso delle spese sostenute per la merce da trasportare, necessarie ma non prevedibili al momento della conclusione del contratto. sennder deve contattare il Committente prima di sostenere tali spese e ottenere istruzioni al riguardo, a meno che ciò non sia irragionevole o insensato per sennder a causa di circostanze particolari, ad esempio a causa dell’urgenza esistente.
  • Il Committente è tenuto a rimborsare a sennder tutti i costi aggiuntivi causati da informazioni errate comunicate a sennder in relazione all’esecuzione del trasporto (in particolare data, ora o indirizzo errati).
  • I tempi di attesa di sennder o di un terzo incaricato durante le operazioni di carico e scarico, per i quali né sennder né il terzo sono responsabili, vengono remunerati come segue:

il tempo di attesa viene calcolato in base al tempo di carico e di scarico concordato. Se non è stato concordato un orario fisso per il carico e lo scarico, i tempi di attesa saranno calcolati all’arrivo del veicolo presso il luogo di carico e scarico. Per i veicoli con un peso totale di almeno 12,00 tonnellate, il tempo di attesa senza costi di fermo per il carico e lo scarico e di due ore, mentre per i veicoli con un peso totale inferiore a 12,00 tonnellate è di trenta minuti. Il fissaggio o lo sbloccaggio del carico fanno parte dei tempi di carico e scarico. In caso di carichi parziali, il tempo gratuito di carico e scarico viene ridotto proporzionalmente e viene calcolato da sennder a seconda del volume totale di carico. In caso di superamento del termine senza costi di fermo, verrà addebitato un ulteriore costo di 75,00 euro all’ora o frazione di ora. Non è stato concordato un limite massimo. Eventuali tempi di attesa per lo sdoganamento alla frontiera sono fino a due ore senza costi di fermo, dopo di che i costi di fermo saranno addebitati secondo le tariffe sopra elencate.

  • Se sennder si avvale del diritto di spedizione in raggruppamento (par. 460 HGB – Codice di diritto commerciale), le parti considerano adeguato il compenso pattuito.
  • Tutti i compensi e gli altri pagamenti regolati nelle presenti CGC sono soggetti all’eventuale imposta sul valore aggiunto derivante.
  1. Pagamento, prezzi e fatturazione
  • sennder invierà al Committente una fattura tramite e-mail dopo aver effettuato il trasporto. Su richiesta, sennder emetterà e invierà al Committente anche una fattura cartacea. sennder addebiterà al Committente una commissione di 3,50 Euro per ogni fattura emessa in forma cartacea.
  • Le fatture di sennder devono essere pagate entro 14 giorni dall’emissione (data della fattura). sennder non concede riduzioni di prezzo (sconti o ribassi) sull’importo della fattura, a meno che le parti non abbiano concordato diversamente per iscritto.
  1. Responsabilità di sennder
  • sennder si attiene in tutte le sue attività all’ADSp 2017, a meno che questo non sia contrario alle normative legali vigenti. In tal caso, come spedizioniere sennder risponde del fatto che l’ADSp 2017 non trovi applicazione in parte o in tutto per l’esecuzione delle prestazioni da parte sua, secondo i seguenti punti, in deroga alle disposizioni del par. 431 HGB (Codice di diritto commerciale):

Punto 23 ADSp 2017, Limitazione di responsabilità

Punto 23.1     La responsabilità dello spedizioniere per danni a merci sotto la sua protezione ai sensi del par. 431 comma 1, 2 e 4 HGB (Codice di diritto commerciale), ad eccezione dei danni causati da trasporto marittimo e da ordini di stoccaggio, è limitata come segue:

Punto 23.1.1  a 8,33 diritti speciali di prelievo per chilogrammo, se lo spedizioniere è

– Vettore ai sensi del par. 407 HGB (Codice di diritto commerciale),

– Spedizioniere nell’entrata nel contratto a proprio nome, spedizioniere a costi fissi o raggruppamento, ai sensi dei par. da 458 a 460 HGB (Codice di diritto commerciale), oppure

– Spedizioniere di custodia ai sensi del par. 461 comma 1 HGB (Codice commerciale tedesco);

Punto 23.1.2  a 2 invece che 8,33 i diritti speciali di prelievo per chilogrammo se il Committente ha stipulato un contratto di trasporto con lo spedizioniere con diverse modalità di trasporto, compreso il trasporto marittimo, e se il luogo del danno non è noto. Se il luogo del danno è noto, la responsabilità è determinata conformemente al par. 452a HGB, tenendo conto delle esclusioni e delle limitazioni di responsabilità dell’ADSp.

Punto 23.1.3  Se la responsabilità dello spedizioniere ai sensi del punto 23.1.1 supera 1,25 milioni di euro per sinistro, la sua responsabilità per ogni sinistro è inoltre limitata a un massimo di 1,25 milioni di euro o 2 diritti speciali di prelievo per kg, a seconda di quale sia il valore maggiore.

Punto 23.2     La responsabilità dello spedizioniere per i danni alle merci in sua custodia nel caso di un contratto di trasporto marittimo e transfrontaliero è limitata all’importo massimo previsto dalla legge per tale trasporto. Il punto 25 rimane invariato.

Punto 23.3     Nei casi non contemplati dai punti 23.1 e 23.2 (ad es. par. 461 comma 2 HGB – Codice di diritto commerciale, par. 280 e segg. BGB – Codice civile tedesco), la responsabilità dello spedizioniere per danni alla merce ai sensi del par. 431 comma 1, 2 e 4 HGB è limitata in base all’importo.

Punto 23.3.1. In caso di contratto di trasporto marittimo o con mezzi di trasporto diversi, compreso il trasporto marittimo, fino a 2 diritti speciali di prelievo per chilogrammo,

Punto 23.3.2  per tutti gli altri contratti di trasporto fino a 8,33 diritti speciali di prelievo per chilogrammo.

Punto 23.3.3  Inoltre, la responsabilità dello spedizioniere in caso di sinistro è limitata a un importo massimo di 1,25 milioni di euro.

Punto 23.4     La responsabilità dello spedizioniere per danni diversi dai danni alle merci, ad eccezione di danni di magazzinaggio su istruzione, lesioni personali e danni alle merci di terzi, è limitata a tre volte l’importo dovuto per la perdita delle merci ai sensi dei punti 23.3.1 e 23.3.2. Inoltre, la responsabilità dello spedizioniere per ogni sinistro è limitata ad un importo massimo di 125.000,00 euro.

Punto 23.4.1. I par. 413 comma 2, 418 comma 6, 422 comma 3, 431 comma 3, 433, 445 comma 3, 446 comma2, 487 comma 2, 491 comma 5, 520 comma 2, 521 comma 4, 523 HGB (Codice di diritto commerciale) e le corrispondenti disposizioni in materia di responsabilità previste da accordi internazionali, che non possono essere derogate da condizioni contrattuali prestabilite, rimangono invariate.

Punto 23.4.2. Il punto 23.4 non si applica a disposizioni legali come l’art. 25 MÜ, l’art. 5 CIM o l’art. 20 CMNI, che estendono o consentono di estendere la responsabilità dello spedizioniere.

Punto 23.5.    Se la responsabilità dello spedizioniere ai sensi dei punti 23.1, 23.3 e 23.4 supera i 2,5 milioni di euro per sinistro, indipendentemente dalle richiese di risarcimento per sinistro, la sua responsabilità è inoltre limitata a un massimo di 2,5 milioni di euro per sinistro o 2 diritti speciali di prelievo per kg di merce persa o danneggiata, a seconda di quale sia maggiore; in caso di più di una parte lesa, la responsabilità dello spedizioniere è proporzionale alle singole richieste di risarcimento.

  • Se le disposizioni dell’ADSp 2017 non sono applicabili, sennder è responsabile secondo le seguenti disposizioni.
  • sennder è responsabile senza limitazioni in caso di dolo o negligenza grave, per lesioni mortali, all’incolumità fisica o alla salute, in conformità con le disposizioni della legge sulla responsabilità del prodotto e nell’ambito di una garanzia assunta da sennder.
  • Se sennder viola per negligenza un obbligo essenziale per il raggiungimento dello scopo del contratto (obbligo cardinale), la sua responsabilità è limitata ai danni tipicamente prevedibili al momento della conclusione del contratto, e in caso di violazione lievemente colposa dell’obbligo, sarà limitata come segue a seconda dell’importo:
  • in caso di richiesta di risarcimento danni per trasporto non corretto della merce, fino al 50% del valore della merce, ma non oltre 2.500,00 euro per sinistro;
  • in caso di recupero, distruzione o smaltimento di una merce danneggiata, fino a un importo di 10.000,00 euro per sinistro, per le spese derivanti da obblighi legali o amministrativi.
  • Non vi è alcuna responsabilità ulteriore da parte di sennder.
  • Le limitazioni di responsabilità di cui sopra valgono anche per la responsabilità personale dei dipendenti, dei rappresentanti e degli organi di sennder.
  1. Assicurazione
  • sennder ha stipulato un’assicurazione di responsabilità civile e su richiesta invierà al Committente via e-mail una relativa conferma dell’assicurazione.
  • sennder ha il diritto, ma non l’obbligo, di assicurare la merce trasportata.
  • Il Committente può incaricare sennder di stipulare un’assicurazione per un trasporto mediante accordo separato.
  1. Disposizioni finali
  • Tutti i rapporti giuridici tra le Parti contraenti sono disciplinati dal diritto tedesco ad esclusione della Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di compravendita internazionale di merci.
  • Il Committente ha diritto alla compensazione o al diritto di ritenzione solo se il suo credito è legalmente accertato o incontestato.
  • Per tutte le controversie legali derivanti da o in relazione al contratto tra lo spedizioniere e il Committente, il foro esclusivo per tutte le Parti coinvolte sarà la sede legale di sennder a Berlino, salvo disposizioni di legge imperative in senso contrario. Il luogo di esecuzione è Berlino.
  • Se è stata concordata una forma testuale, è sufficiente una forma più rigorosa (ad es. scritta).
  • Le lacune normative devono essere colmate in base alla legge applicabile con disposizioni che corrispondano per quanto possibile al senso e allo scopo della disposizione da sostituire.
  • L’invalidità di singole disposizioni non comporta un’invalidità generale delle presenti condizioni.